SQL CREATE TABLE




  SQL > Modifica delle Tabelle > Create Table

Le tabelle rappresentano la struttura di base in cui vengono memorizzati i dati nel database. Nella maggior parte dei casi, nessun fornitore di database saprà mai in anticipo quali sono le esigenze di archiviazione dei dati dei suoi clienti. È quindi probabile che sia necessario creare le tabelle del database autonomamente. Molti strumenti per database consentono di creare le tabelle senza dover scrivere in SQL. Considerando, però, che le tabelle rappresentano dei contenitori in cui vengono inseriti tutti i dati, è importante includere la sintassi CREATE TABLE.

Prima di occuparsi completamente della sintassi SQL per CREATE TABLE, è consigliato approfondire meglio la comprensione della tabella. Le tabelle sono divise in righe e colonne. Ogni riga rappresenta una porzione dei dati e ogni colonna può essere vista come un rappresentante di un componente di quella porzione di dati. Se, ad esempio, si dispone di una tabella per la registrazione delle informazioni dei clienti, nelle colonne possono essere contenute informazioni come nome, cognome, indirizzo, città, paese, data di nascita e così via. Come risultato, quando viene specificata una tabella, vengono inclusi i titoli delle colonne e il tipo di dati di una determinata colonna.

Varietà dei tipi di dati. Generalmente, i dati arrivano in diverse forme. Possono, infatti, essere numeri interi (come 1), numeri reali (come 0,55), una stringa (come “sql”), un’espressione data/ora (come “2000-GEN-25 03:22:22”) oppure possono essere espressi in formato binario. Quando viene specificata una tabella, è necessario specificare il tipo di dati associato a ciascuna colonna, vale a dire che, nell‘esempio riportato precedentemente, se il “nome” è di tipo char(50) ciò significa che rappresenta una stringa di 50 caratteri. Si noti che database relazionali diversi consentono tipi di dati diversi, quindi è sempre consigliato consultare prima un riferimento specifico del database.

La sintassi del linguaggio SQL per CREATE TABLEè

CREATE TABLE "nome_della_tabella"
("colonna_1" "tipo_di_dati_per_la_colonna_1",
"colonna_2" "tipo_di_dati_per_la_colonna_2",
... );

Quindi, se si sta creando una tabella clienti come quella specificata precedentemente, è necessario digitare:

CREATE TABLE Customer
(First_Name char(50),
Last_Name char(50),
Address char(50),
City char(50),
Country char(25),
Birth_Date datetime);

A volte, si può desiderare di fornire un valore predefinito a ogni colonna. Un valore predefinito viene utilizzato quando, al momento di inserire i dati nella tabella, non è stato specificato un valore della colonna. Per specificare un valore predefinito, aggiungere "Default [value]" dopo la dichiarazione del tipo di dati. Nell’esempio precedente, se alla colonna “Address” e “City” si desidera fornire un valore predefinito pari a, rispettivamente, “Unknown” e “Milan”, è necessario digitare:

CREATE TABLE Customer
(First_Name char(50),
Last_Name char(50),
Address char(50) default 'Unknown',
City char(50) default 'Milan',
Country char(25),
Birth_Date datetime);

È inoltre possibile limitare il tipo di informazioni che possono essere contenute in una tabella o in una colonna. Per realizzare questa operazione viene utilizzata la parola chiave CONSTRAINT, come si vedrà nel paragrafo successivo.

SQL CONSTRAINT >>



Copyright © 2014   1keydata.com   Tutti i diritti riservati



SQL CREATE TABLE
SQL CONSTRAINT
SQL NOT NULL
SQL DEFAULT
SQL UNIQUE
SQL CHECK
SQL Chiave Primaria
SQL Chiave Esterna
SQL CREATE VIEW
SQL CREATE INDEX
SQL ALTER TABLE
SQL DROP TABLE
SQL TRUNCATE TABLE
SQL INSERT INTO
SQL UPDATE
SQL DELETE FROM




Indice del sito